Costa e cale

Bagno Vecchio

Bagno Vecchio è il luogo perfetto per chi vuole unire l' amore per il mare alla passione per la storia. Vi risiedevano i Galeotti condannati all' estrazione delle pietre da costruzione in epoca Borbonica. Oggi è presente una piccola Necropoli Romana di grande interesse archeologico, nonostante numerosi crolli ne abbiano compromesso l' originale bellezza. La spiaggia di ghiaia e sassi si può raggiungere via mare ed è soleggiata dalle 08:00 alle 15:00 circa.

Cala Cecata

Cala Cecata si trova in località Le Forna ed è raggiungibile a piedi attraverso un sentiero poco frequentato, con una scalinata a picco sul mare che porta giù alla baia. E' una caletta completamente rocciosa e nelle vicinanze si trova un' altra piccola insenatura che si chiama "Cala Cavone" e si raggiunge attraverso una stradina sterrata in località La Piana. La discesa a mare è composta da circa 100 gradini comodi e fattibili.

Cala del Core

Cala del Core prende il nome dall'intrusione magmatica che ha donato alla roccia un disegno a forma di cuore. La Cala è la meta preferita dei romantici e può essere raggiunta solo via mare, offrendo tranquillità, un mare splendido e cristallino ed un paesaggio molto particolare: la baia infatti, ospita la famosa "Grotta dello Smeraldo".

Cala Dell' Acqua

Cala dell' Acqua prende il nome da una sorgente di acqua sotterranea situata nella zona di Le Forna ed è una caletta completamente rocciosa. E' possibile raggiungerla seguendo la strada provinciale oltre la Chiesa di Le Forna e prendendo successivamente un sentiero sulla sinistra indicato dalla segnaletica. Lungo il sentiero che conduce al mare è possibile vedere i resti di un' antica miniera di bentonite ormai in disuso. A differenza di molte altre spiagge Cala dell' Acqua resta soleggiata dalle 08:30 del mattino fino a mezz'ora prima del tramonto.E' attrezzata con servizio bar, lettini ed ombrelloni e noleggio barche. 

 

Cala Felce

La spiaggia di Cala Felce si trova nella parte settentrionale dell’isola. Prende il nome dalle piante di felce che caratterizzano il paesaggio. Questa caletta è accessibile solo via mare e proprio per questo conserva il suo fascino e viene considerato un piccolo angolo di paradiso. C'è una grande presenza di pietre solfuree che spesso vengono utilizzate per produrre maschere viso e fanghi per il corpo. Importante sapere che la piccola spiaggia è esposta al sole fino alle 15:00.

Cala Feola

Cala Feola prende il nome dai coloni che vi abitavano ed è raggiungibile via terra tramite un sentiero in località Le Forna. La spiaggia è completamente sabbiosa e quindi indicata per i bambini, rimane soleggiata fino alle 16:00, offre servizi di bar e ristoranti, oltre ad un centro diving. Sulla sua destra troviamo le famose "Piscine Naturali", una delle mete preferite dei giovani e dei vacanzieri.

Cala Fonte

Cala Fonte è una caletta con una forma simile ad un porticciolo naturale e per questo utilizzata dai pescatori del posto, con una vista mozzafiato sull' Isola di Palmarola. In questa cala, raggiungibile a piedi tramite la stradina sulla sinistra del campo sportivo in località Calacaparra Le Forna, ci sono le barche con le reti dei pescatori che rendono lo scenario molto caratteristico, inoltre c'è un servizio di "traghettaggio" dalla spiaggietta allo scoglio di fronte. La Caletta è attrezzata con ristorante nelle vicinanze e servizio bar, lettini ed ombrelloni. 

Cala Gaetano

Cala Gaetano è raggiungibile tramite una scalinata lunga ben 300 scalini. Situata quasi all'estremità dell'isola, Cala Gaetano ha delle limpidissime acque verde smeraldo, fondali pieni di vita e un panorama stupendo. Vale la pena scendere in questa caletta e godersi una giornata in pieno relax.

Capo Bianco

Capo Bianco si trova subito dopo la baia di Chiaia di Luna, è caratterizzato da roccia bianca e molte grotte visitabili con piccole barche. E' raggiungibile solo via mare, per una maggiore luminosità l' orario consigliato è dalle 12:00 alle 16:00, da notare il colore particolare dell' acqua. In questa zona nidifica il falco pellegrio.

Chiaia di Luna

Chiaia di Luna è la spiaggia più grande di Ponza ed anche la più rinomata di tutto l'arcipelago Pontino e prende il nome dalla curvatura della spiaggia a mezzaluna e dalla roccia bianca all' estremità. Molto frequentata dai turisti sia per le sue dimensioni sia per la sua facilità di accesso. Infatti, l'arenile è raggiungibile attraverso un tunnel di epoca romana lungo 170 metri. Una volta arrivati sulla spiaggia lo scenario che si para davanti ai nostri occhi è davvero unico: la felesia di tufo che colora di giallo la parete rocciosa e la sabbia bianca pulita e bagnata da un mare cristallino turchese intenso. Ad oggi la Cala è raggiungibile solo via mare.

Frontone

La spiaggia di Frontone è tra le più conosciute e attrezzate di Ponza, è caratterizzata da una parte di roccia (tufo) sulla destra, ed una parte di spiaggia di sassolini piccoli sulla sinistra e quindi adatta anche per i bambini. Il sole tramonta a Frontone alle 17:00 circa. La spiaggia si può raggiungere:

via mare con dei taxi boat che partono ogni 15 minuti circa dal porto di Ponza e dalla baia di S.Maria e portano direttamente sulla spiaggia;

via terra con l' autobus fino alla fermata di Frontone e seguendo un sentiero ripido che condurrà anche al Museo Etnografico di Ponza dove è possibile assaggiare i piatti locali dell' isola. Dal museo la scala sulla destra vi condurrà giù al mare, mentre il sentiero che prosegue vi porterà fino al Fortino di Frontone. Sulla spiaggia c'è servizio di bar e noleggio lettini, ombrelloni e canoe. 

I Faraglioni di Lucia Rosa

I Faraglioni di Lucia Rosa prendono il nome da un evento realmente accaduto a Ponza nell' 800. Una ragazza di nome Lucia Rosa, ostacolata nello sposare un contadino, si gettò dall'alto della parete sugli scogli sottostanti, da allora questa Cala ha preso il nome della ragazza. I faraglioni all' interno sono scavati dal mare e presentano dei cunicoli nella parte sommersa, mentre in alcune piccole grotte vi sono delle spiaggette di sassi. A largo di Lucia Rosa, nelle vicinanze della "Secca dei Mattoni", nel 1985 è stato rinvenuto un relitto di epoca romana (a circa 30 m di profondità) contenente anfore romane (prima metà del 1° sec. A.C.)

La Caletta

La Caletta si trova in località di Le Forna, basterà seguire il sentiero indicato dietro alla Chiesa e scendere le scale per arrivere direttamente al mare. E' una cala rocciosa attrezzata con lettini, ombrelloni e canoe.

Le Grotte di Pilato

Le Grotte di Pilato sono delle peschiere di epoca Romana, collegate con il mare e tra di esse attraverso dei cunicoli, scavate a Sud - Est del Porto di Ponza dagli antichi Romani. L' utilizzo presunto di queste vasche era legato alla villa imperiale che i Romani avevano costruito sopra alle peschiere. Nel 1997 sono state rinvenute una statua romana in marmo e delle lampade ad olio. Le grotte di Pilato possono essere ammirate solo via mare.

Piscine Naturali

Tra le calette più rinomate dell' isola di Ponza troviamo le bellissime "Piscine Naturali" di origine vulcanica. Si possono raggiungere in autobus arrivando in località di Le Forna e percorrendo un sentiero indicato dalla segnaletica. Le scale conducono dirretamente alle piscine, particolari nella loro forma in quanto create e modificate dall' erosione del mare e del vento. Vi sono due grandi Piscine, una racchiusa tra le rocce e l'altra che affaccia sul mare. La baia è attrezzata con bar e noleggi lettini ed ombrelloni.

Punta Papa

Nei pressi di Punta Papa in località del Fortino a Le Forna, a profondità di circa 21 m, vi è il relitto di una nave da trasporto americana, che si è spaccata sugli scogli il 23 febbraio del 1944. Nelle vicinanze troviamo il Forte Papa, semidistrutto dall' attività mineraria (ex miniera di bentonite).

  • Spazio disponibile